Anche se il Natale è ormai passato, siamo ancora nel bel mezzo dell’inverno, e per molte specie di uccelli questa stagione risulta molto difficile per via della scarse risorse di cibo e per le giornate gelide che i nostri piccoli amici devono affrontare.

Noi possiamo aiutarli a superare la stagione invernale facendo del “Birdgardening”.

Che cos’è il Birdgardening? … Il termine deriva da “Bird” (uccello) e “Garden” (giardino) , ovvero “Giardino degli uccelli”, ed è un Hobby che unisce il piacere del giardinaggio alla scoperta delle abitudini degli uccelli che vivono in natura.

Il birdgardening è nato in Gran Bretagna verso la fine dell’Ottocento e da allora ha trovato una grande diffusione in molti Paesi dell’Europa, soprattutto settentrionale.

Consiste nell’attirare piccoli uccelli direttamente nel nostro giardino o balcone, creando per loro un luogo ideale, dove possano trovare specie vegetali idonee a richiamare molte specie, soprattutto durante i mesi invernali.

Per il Birdgardening non servono grandi spazi, chiunque infatti può nel suo piccolo può creare un “oasi felice”, costituita da mangiatoie e abbeveratoi nei quali gli uccelli possano cibarsi e dissetarsi, e da casette-nido artificiali che verranno utilizzate dai volatili per proteggersi dal freddo o addirittura per deporre le uova e allevare i loro piccoli.

Mangiatoie

Esistono diversi tipi di mangiatoie, dalle più semplici, create con metodi fai-da-te, alle più “complesse” (vere e proprie casette dotate di tetto, realizzate in legno o plastica).

Molto apprezzate e facili da realizzare sono le mangiatoie a rete, dove l’alimento è contenuto in una rete di metallo o plastica.

Mangiatoie Fai-da-Te

Sono le mangiatoie più semplici, che si possono realizzare con materiali di recupero, come vasetti dello yogurt, cartoni del latte, bottiglie di plastica tagliate...

oppure con materie prime naturali, come frutta scavata e collane di frutta secca.

Mangiatoie pronte all’uso

Sono mangiatoie prefabbricate, solitamente di legno, fatte a casetta che si possono tranquillamente acquistare in negozi specifici per animali. Ce ne sono di diverse forme e colori, molte fungono sia da mangiatoia che da riparo.

Mangiatoie a rete

Le Mangiatoie a rete invece sono sempre delle mangiatoie fai-da-te, ma dove all’interno di una rete, (si può benissimo riciclare quella delle cipolle o dell’aglio), viene inserita una pallina di strutto e mangime, che possiamo acquistare in negozi specializzati, oppure preparare noi in casa.

Eccovi la ricetta...

Ricetta per creare delle Polpette Gustose adatte a quasi tutti gli uccellini:

  • 1 panetto di margarina (100 gr)
  • 70 gr di farina gialla
  • Un sacchetto Semi misti (potete trovare il mix di semi sfusi nei negozi di animali)
  • Frutta secca a pezzettini (nocciole, mandorle,noci, arachidi…)

1. Prendo una terrina e per prima cosa mescolo la farina con i semi e la frutta secca.

2. Poi aggiungo la margarina lasciata ammorbidire a temperatura ambiente, e con le mani creo un impasto cercando di far amalgamare bene il tutto.

3. Sempre con le mani stacco dall’impasto dei pezzetti e faccio delle palline che potrete ripassare nei semi.

Preparare queste polpette è un’attività molto piacevole da fare anche con i vostri bambini! Oltre a fare delle palline, si possono anche usare delle formine per tagliare l’impasto.

4. Una volta finito, metto fuori dalla finestra le polpette in modo che la margarina torni a solidificare e poi bisogna procurarsi una rete (tipo quella che contiene aglio o cipolle) inserisco una polpetta e farò in modo che con un nastro o uno spago possa appendere la mangiatoia ad un ramo in giardino, oppure sul balcone di casa.

Ricordate: In primavera l’alimentazione invece andrebbe sospesa, dal momento che i piccoli devono imparare a diventare autosufficienti cibandosi delle risorse che trovano in natura, senza abituarsi a trovare il cibo già pronto nella mangiatoia.